Separarsi senza l’ausilio dell’Avvocato (Modello di separazione)

Ex Art. 158 del Codice Civile è possibile per i coniugi separarsi senza l'assistenza di un avvocato.
DIRITTO DI FAMIGLIA, SEPARAZIONE E DIVORZI
Sei alla ricerca di un avvocato o hai bisogno di maggiori informazioni?
Condividi su
Indice dell'articolo

Ex Art. 158 del Codice Civile è possibile per i coniugi separarsi senza l’assistenza di un avvocato.

E’ necessario presentare il ricorso che segue debitamente compilato allegando i documenti richiesti (vedi elenco in fondo al ricorso).

Il ricorso deve essere depositato alla cancelleria civile della volontaria giurisdizione del Tribunale competente e sottoscritto davanti alla cancelliera. Nel caso di figli minori e immobili è consigliata la consulenza di un legale.

La procedura è esente da spese di contributo unificato.

TRIBUNALE CIVILE DI FIRENZE
RICORSO PER SEPARAZIONE CONSENSUALE

I sottoscritti
Sig.ra__nata a__il__e residente in __ tel__titolo di studio__C.F.__professione__
Sig.__nato a__il__e residente in __ tel__titolo di studio__C.F.__professione__
PREMESSO CHE
I ricorrenti hanno contratto matrimonio in data__in__ col rito__(concordatario oppure civile).
Dall’unione sono (oppure non sono) nati figli (indicare quanti e quali)__minori/non minori.
Vivono in regime di __ (separazione o comunione) dei beni.
I rapporti coniugali sono andati via via deteriorandosi tanto da rendere insostenibile la convivenza.
Gli stessi sono addivenuti alla decisione di separarsi consensualmente.
Tutto ciò premesso,
ricorrono al Signor Presidente del Tribunale di Firenze, perché, esperiti gli incombenti di legge, dichiari la loro separazione alle seguenti condizioni:
(che di seguito vengono indicate solo a titolo di esempio)
I coniugi vivranno separatamente nel mutuo rispetto.
La casa coniugale resta assegnata a___.
I figli minori restano affidati con modalità condivisa (oppure congiunta) ai genitori/oppure alla sola madre/oppure al solo padre, con facoltà per l’altro genitore di frequentarli e di tenerli con sé, previe intese con il coniuge, oppure di averli con sé nei giorni__dalle ore __alle ore__
Il marito/moglie verserà a titolo di contributo di mantenimento del proprio coniuge__ la somma mensile di €__ rivalutabile annualmente secondo gli indici ISTAT; (oppure nulla è richiesto e dovuto tra i coniugi)
Il coniuge__verserà a titolo di contributo per il mantenimento del/i figlio/i la somma mensile di € __ rivalutabile annualmente secondo gli indici ISTAT
I coniugi si concedono il reciproco assenso al rilascio o al rinnovo del passaporto e degli altri documenti di espatrio;
Altre condizioni___
Si producono mediante deposito in cancelleria i seguenti documenti:
1) Stato di famiglia con contestuale residenza dei coniugi.
2) Estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (da richiedere nel Comune dove il matrimonio è stato celebrato).
3) Fotocopia della dichiarazione dei redditi (mod. 101 – 730) degli ultimi tre anni (nel caso in cui vi siano figli minori).
La presente procedura è esente da contributo unificato.
Firenze, DATA.
Firme

Sei alla ricerca di un avvocato o hai bisogno di informazioni?
Contatta lo studio dell’Avvocato Cirri per un appuntamento conoscitivo o invia un’email a avvocato@lorenzocirri.it.

Articoli correlati

Lorenzo Cirri

La riconciliazione dei coniugi

Che cosa è la riconciliazione? La riconciliazione è la cessazione degli effetti della separazione. I coniugi separati possono riconciliarsi in qualsiasi momento facendo cessare gli

Scopri di più »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *