.. Loading ..

Avv. Rachele Sapere

Istruzione

L’avvocato Rachele Sapere, ha frequentato l’Università degli Studi di Firenze laureandosi in Giurisprudenza con la tesi in diritto commerciale dal titolo “Il socio illimitatamente responsabile nel concordato preventivo delle società di persone”.

Ha svolto la pratica forense presso un prestigioso studio fiorentino che, patrocinando come clienti Istituti di Credito, Finanziarie e Compagnie Assicurative le hanno fatto maturare una considerevole esperienza di tutta la materia riconducibile allo svolgimento dell’attività societaria, bancaria e assicurativa e del recupero dei crediti.

Superato l’esame di abilitazione presso la Corte di Appello di Firenze, dal 1998 è iscritta all’albo degli Avvocati di Firenze.

Attività professionale

Ha continuato a collaborare con alcuni studi fiorentini di primaria importanza, per poi iniziare ad esercitare la professione in proprio occupandosi prevalentemente del diritto civile nei suoi diversi e molteplici settori.

Nel corso degli anni ha indirizzato il proprio interesse professionale nell’ambito del diritto di famiglia nutrendo per esso la sua passione.

Molto attenta all’aggiornamento professionale partecipa a numerosi corsi e convegni che le forniscono competenza e professionalità anche sui nuovi istituti della negoziazione assistita e della gestione della crisi da sovraindebitamento secondo quanto previsto dalla legge n. 3 del 2012.

Lo studio legale presso cui svolge la professione, insieme all’avv. Lorenzo Cirri ed alle radicate collaborazioni con altri professionisti del settore, grazie alla formazione ultra decennale, offre consulenza ed assistenza legale giudiziale e stragiudiziale in materia civile, con particolare riferimento, a titolo esemplificativo, ai settori del diritto di famiglia e dei minori, del diritto ereditario, del recupero dei crediti, del risarcimento del danno, dell’infortunistica stradale, delle locazioni e della procedura di sovraindebitamento.

Pubblicazioni

Sua la pubblicazione sulla rivista di “Giuda al Diritto” n. 10 nov 2007: “Sulla posizione del minore portatore di handicap nella scuola”.